Dirigentiscuola-Sicilia sindacato di dirigenti scolastici

ELEZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE REGIONALE DELLA SICILIA

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Giugno 2016 23:17 Scritto da Rosario Ognibene Martedì 28 Giugno 2016 23:07

IL 25 GIUGNO 2016 SI E' CELEBRATO A PALERMO IL CONGRESSO STRAORDINARIO REGIONALE DEL SINDACATO DIRIGENTISCUOLA SICILIA.IL DIRIGENTE SCOLASTICO ROSARIO OGNIBENE E' STATO ELETTO SEGRETARIO GENERALE REGIONALE DELLA SICILIA. E' STATA ELETTA VICESEGRETARIO LA DIRIGENTE SCOLASTICA GRAZIELLA ORTO. IN ALLEGATO LA RELAZIONE ESPOSTA, PRIMA DELL'ELEZIONE, DAL D.S. ROSARIO OGNIBENE, IN QUALITA' DI COMMISSARIO STRAORDINARIO DELLA STRUTTURA SICILIA. LA RELAZIONE DELINEA LE LINEE PROGRAMMATICHE DEL FUTURO DELL'ASSOCIAZIONE SINDACALE DIRIGENTISCUOLA.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Relazione Congresso 25 giugno.pdf)Relazione Congresso 25 giugno.pdf146 Kb
 

CONVOCAZIONE CONGRESSO STRAORDINARIO

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Giugno 2016 08:37 Scritto da Rosario Ognibene Domenica 05 Giugno 2016 20:04

CONGRESSO STRAORDINARIO SICILIA

sabato 25 giugno 2016 in Palermo, presso la Scuola Media “Garibaldi” Villa Gallidoro di via delle Croci, 5 (zona Piazza Francesco Crispi, alias Piazza Croci)

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Convocazione Congresso.pdf)Convocazione Congresso.pdf73 Kb
   

SEMINARIO DI FORMAZIONE Le sfide culturali e politico-sindacali della dirigenza scolastica nel cambiamento in atto.

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Febbraio 2016 23:19 Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Giovedì 18 Febbraio 2016 23:10

RELATORI
Antonio Caligiuri: D.S. IIS.”Costanzo” di Decollatura (CZ)
Valutazione premiale del personale docente. Criteri bonus.

Attilio Fratta: segretario nazionale Dirigentiscuola, esperto in contenzioso scolastico e gestione procedimenti disciplinari.
Struttura della retribuzione dei dirigenti scolastici e FUN.

SEDE
CATANIA VENERDI’ 26 febbraio 2016 [ore 09:30-14.00 pausa buffet ore 11]
IIS CARLO GEMMELLARO
Corso Indipendenza 229 , 95122 CATANIA
telef 0956136250 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
con ampio parcheggio antistante la scuola

PALERMO 25 febbraio 2016     [ore 09:30-17:30  pausa pranzo]

I.C.S. “M.Rapisardi-G.Garibaldi” – Scuola Media “G.Garibaldi”

Villa Gallidoro, Via Delle Croci, 5 – Palermo (parcheggio interno).

Coordina: Salvatore Indelicato: segretario DirigentiScuola Sicilia
Info cell.: 330365449. mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Convegno Catania 26 febbraio 2016.pdf)Convegno Catania 26 febbraio 2016.pdf434 Kb
Scarica questo file (Locandina Palermo.pdf)Locandina Palermo.pdf446 Kb
   

Una mostruosità giuridica: condannato e tradotto in carcere un preside di Udine per il crollo della scuola dell’aquila nel terremoto del 2009

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Mercoledì 11 Novembre 2015 06:00

Leggiamo con sgomento dalla rassegna stampa della regione Friuli Venezia Giulia che il preside Livio Bearzi, ex preside del Convitto dell’Aquila al tempo del terremoto del 2009, è stato arrestato a Udine dalla locale polizia, dopo la sentenza confermata in via definitiva dalla Corte Suprema per il crollo del Convitto Nazionale durante il sisma del 2009 che costò la vita a tre studenti minorenni e il ferimento di altri due..
L’ordine di carcerazione è stato emesso dalla Procura generale della Corte d’Appello dell’Aquila, dopo la sentenza confermata in via definitiva dalla Corte Suprema. Bearzi, detenuto ora a Udine, dovrà scontare quattro anni di reclusione in seguito alla condanna per omicidio colposo plurimo e lesioni colpose con pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.
E’ un provvedimento incredibile che lascia allibiti tutti i dirigenti scolastici italiani alle prese con le normative di sicurezza che assegnano responsabilità assurde al dirigente scolastico come datore di lavoro e che comunque non possono estendersi anche alla struttura degli edifici, di competenza del proprietario che in genere è il Comune o la Provincia.

Leggi tutto: Una mostruosità giuridica: condannato e tradotto in carcere un preside di Udine per il crollo della scuola dell’aquila nel terremoto del 2009

   

Modifica della sede del convegno di formazione di Catania

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Giovedì 05 Novembre 2015 23:06

Si informano i dirigenti scolastici della Sicilia Orientale che in seguito ai fenomeni atmosferici che hanno investito Catania l’aula magna del Lombardo Radice non è più disponibile; pertanto la nuova sede del seminario di formazione sarà:
IIS “Carlo Gemmellaro” Corso Indipendenza 229 Catania Centralino: 095-6136250095-6136250 Fax: 095-8183931 E - Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Sito Web: http://www.iis-gemmellaro.gov.it

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Locandina seminari formazione sicilia L. 107.pdf)Locandina seminari formazione sicilia L. 107.pdf707 Kb
   

Seminari di formazione in Sicilia del 13 e 14 novembre sulla L. n. 107

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Martedì 03 Novembre 2015 04:43

Si svolgeranno in Sicilia due seminari gratuiti di formazione sulla Legge 107/2015 sulla ‘BUONA SCUOLA’ aperti a tutti i dirigenti scolastici secondo il seguente calendario:
CATANIA 13 novembre 2015 [ore 10-14 e pausa caffè ore 11.30]
Liceo Linguistico - Liceo delle Scienze Umane - Via Imperia n. 21 - 95128 Catania - tel. +39 095 6136310 - fax 095 6136309 e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
PALERMO 14 novembre 2015 [ore 10-14 e pausa caffè ore 11.30]
I.S.S. di 1°grado Publio Virgilio Marone Via Valdemone, 7 - 90100 Tel. +39 091 511018 - 091 528066 - Fax +39 091 6701957 MAIL: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Legge 107/2015 sulla “Buona Scuola”: Le nuove competenze e responsabilità del dirigente scolastico
Adempimenti di inizio anno scolastico alla luce della Legge 107/2015
La predisposizione del PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa)
Il riconoscimento del bonus docenti ed il ruolo del comitato di valutazione
Criteri e procedure per l’individuazione e remunerazione dei collaboratori del dirigente scolastico e delle funzioni strumentali
Il sistema nazionale di valutazione: dal rapporto di autovalutazione (RAV) al piano di miglioramento
L’equiparazione stipendiale in rapporto al carico di lavoro e di responsabilità
Quesiti e dibattito

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Locandina seminari formazione sicilia L. 107.pdf)Locandina seminari formazione sicilia L. 107.pdf633 Kb

Leggi tutto: Seminari di formazione in Sicilia del 13 e 14 novembre sulla L. n. 107

   

La sanatoria dei mancati presidi del concorso 2004 e 2006 in Campania; appena 17 casi rispetto ai 153 gonfiati della Sicilia

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Mercoledì 26 Agosto 2015 01:44

E’ partita anche in Campania la sanatoria per quelli che hanno fatto ricorso avverso il concorso per dirigente scolastico del 2004 e del 2006 e che hanno avuto delle sentenze favorevoli o delle attese in corso per pronunciamenti non sfavorevoli, non essendo intervenuti rigetti o reiezioni dei loro ricorsi.
Ricordiamo che la legge n. 107 la cosiddetta Buona Scuola ha previsto una sanatoria per la Lombardia, la Toscana e la Campania essenzialmente per tutti quei casi in cui i dirigenti scolastici già contrattualizzati e in servizio avevano ricevuto un danno da pronunciamenti ritardati della magistratura che li aveva scalzati dalla presidenza senza loro colpa o meglio per colpa degli USR che avevano praticato delle anomali o dei vizi di forma nella procedura poi castigati dal TAR o dal CDS.
Purtroppo si è inserita la Sicilia costruendo una sanatoria generosa con un’interpretazione estensiva della L. n. 107 allargando la platea dei sanandi a 153 mancati presidi dei concorsi del 2004, 2006 e del 2010, senza che nessuno di questi avesse mai fatto il dirigente scolastico o avesse avuto un contratto di presidenza; ad eccezione dei presidi incaricati siciliani che sono gli unici titolati a godere di questa sanatoria.

Leggi tutto: La sanatoria dei mancati presidi del concorso 2004 e 2006 in Campania; appena 17 casi rispetto ai 153 gonfiati della Sicilia

   

Sanatoria “Dirigenti comma 87”Prova di esame - ultima infornata

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Martedì 25 Agosto 2015 22:16

Riportiamo dal sito scolastico www.aetnanet.org l'articolo del direttore Pippo Adernò

Dopo aver frequentato un intensivo, caldo e asfissiante corso di formazione iniziato il 10 agosto, in cui tutti i 153 partecipanti erano ammessi “con riserva”, disturbati dalla costante tensione di non sapere se non il 21 agosto i fortunati 120 “ammessi” è giunta la data fatidica del 24 agosto, momento conclusivo della prova scritta, che si è svolta a Palermo, presso l’Istituto Alberghiero “Piazza”

Già dalle 7 del mattino i 120 predestinati “dirigenti comma 87”, ritenuti idonei all’ammissione erano pronti, e a seguito di proteste, denunce e ulteriori ricorsi sono stati ammessi a sostenere la prova anche gli altri candidati precedentemte esclusi e riammessi a seguito del tempestivo e super celere miracoloso intervento del TAR di Palermo che in un giorno, un sabato di agosto, ha emanato i decreti di sospensiva a favore dei ricorrenti. Pare che i partecipanti alla prova siano stati più di 150.
Hanno chiesto di sostenere gli esami anche i docenti non ammessi al concorso del 2011, ma le forze dell’Ordine hanno impedito che partecipassero alla prova, dato che il concorso del 2011 non figura citato nel comma di “sanatoria” con cui la legge della “buona scuola”inizia a dare i primi frutti.
Giornata calda e momenti di tensione hanno caratterizzato l’avvio della tanto attesa prova finale del tormentato “corso-concorso” e intorno a mezzogiorno si è dato inizio allo svolgimento della prova.

Leggi tutto: Sanatoria “Dirigenti comma 87”Prova di esame - ultima infornata

   

Diffida per immediato annullamento in autotutela della PROVA SCRITTA Prova scritta di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015, art. 3. Del 24/08/2015

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Lunedì 24 Agosto 2015 23:45

Pubblichiamo la Diffida inoltrata alle autorità scolastiche per immediato annullamento in autotutela della PROVA SCRITTA Prova scritta di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015, art. 3. Del 24/08/2015

Premesso che in data 24 agosto 2015 si è svolta a Palermo presso l’Istituto Alberghiero “Piazza” la prova scritta di cui alla sanatoria in epigrafe descritta , nonostante ripetute richieste ingiunzioni e diffide di differimento della stessa da parte di una ampia platea che ne ha fatto rimostranza;
che nonostante l’elenco degli ammessi ufficiali fosse di 120 docenti risulta che siano entrati nell’istituto più di 150 docenti che in carenza di controllo da parte del presidente della commissione abbiano svolto la prova scritta che è iniziata solo alle ore 11.55;
che nonostante i decreti di esclusione di 36 candidati questi si sono presentati esibendo alcuni il relativo decreto cautelare da parte del TAR di Palermo di riammissione;
che il notevole ritardo è stato dovuto al caos verificatosi dalla pressione di una folla di eslusi del concorso del 2011 che pressavano per entrare nell’istituto nonostante l’intervento delle forze dell’ordine;
che in questo clima di caos organizzativo è emerso che almeno un candidato per quello che si sa è entrato in istituto senza esibire il relativo decreto cautelare ed è stato ammesso alla prova scritta ed ha svolto il compito nonostante poi fosse risultato in difetto; si tratta del prof. Bennardo Giuseppe, che ha avuto rigettato l’istanza cautelare;

Leggi tutto: Diffida per immediato annullamento in autotutela della PROVA SCRITTA Prova scritta di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015, art. 3. Del 24/08/2015

   

IL TAR di Palermo interviene a gamba tesa e riammette 18 sui 36 esclusi dalla prova scritta della sanatoria dei presidi

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Sabato 22 Agosto 2015 17:50

La nefasta storia giudiziaria dei concorsi a preside si ripete in Sicilia maniera implacabile e non da tregua e pace neanche a questa ultima procedura di sanatoria dell’USR Sicilia, nata male e finita peggio se non si interviene subito sospendendo per autotutela l’indizione della prova scritta del 24 agosto 2015.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia di Palermo (Sezione Seconda) con il suo Il Presidente Calogero Ferlisi ha pronunciato a razzo battendo tutti i record, compresa la velocità della luce, 18 decreti monocratici che sono la fotocopia l’uno dell’altro su altrettanti ricorsi proposti da Daniela Albano (878) , Pietro Scilabra (879) , Frasca Giorgio (892), Aquila Baldassarre (893), Barbagallo Rosetta (894), Cacciatore Licinia (895), Ciccazzo Giuseppe (896), Di Caro Giovanna (897), Di Rosa Domenico (898), Garofalo Salvatore (899), Garraffo Ornella (900), Lupo Salvatore (901), Musumeci Salvatore (902), Nocita Gabriella (903), Parrino Maria Rita (904), Sutera Margherita (905), Traversa Giovanna (906), Tringali José (907). Tutti rappresentati e difesi dagli avv.ti Giuseppe Limblici e Francesco Stallone, con domicilio eletto presso quest'ultimo, in Palermo, Via Nunzio Morello N.40.
Il ricorso tende all'annullamento previa sospensione dell'efficacia, dei provvedimenti del 14 agosto 2015, il cui protocollo risulta mancante, notificati in data 17 agosto 2015, di esclusione dei ricorrenti dal corso intensivo di formazione e dalla prova finale, previsti dalla procedura per l’accesso al ruolo di Dirigente scolastico di cui alla L. 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al D.M. n. 499 del 20 luglio 2015; nonché di ogni altro atto presupposto, connesso, consequenziale.

Leggi tutto: IL TAR di Palermo interviene a gamba tesa e riammette 18 sui 36 esclusi dalla prova scritta della sanatoria dei presidi

   

36 esclusi e 120 ammessi alla sanatoria ferragostana dei presidi siciliani; ma la maggior parte dei 120 non ha i requisiti

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Venerdì 21 Agosto 2015 20:46

Sul sito dell’USR è stata pubblicata la lista degli ammessi e degli esclusi che, rispetto all’iniziale elenco di 153 ammessi al corso, vede l’esclusione dalla prova scritta di 36 docenti, che sono risultati ai funzionari dell’USR Sicilia privi dei requisiti in corso d’opera.
Ma l’elenco dei 120 docenti ammessi alla prova scritta è ancora ballerino e tutt’altro che definitivo, perché l’USR Sicilia non ha ancora provveduto ad analizzare la quantità industriale di sentenze che un folto gruppo di esclusi ha provveduto nel frattempo a notificare agli uffici.
Quello che avrebbero dovuto fare i funzionari dell’USR lo hanno fatto stuoli di avvocati degli esclusi che hanno surrogato l’inefficienza e l’incapacità amministrativa degli uffici a risolvere una procedura amministrativa particolarmente sensibile e complicata. Ci chiediamo cosa ne è dell’efficacia dell’efficienze e dell’economicità dell’azione amministrativa dei terminali amministrativi del MIUR?
Per avere tempo di stilare un elenco definitivo serio e giuridicamente ineccepibile necessita a nostro avviso, e anche ad avviso della CGIL Sicilia, di sospendere la prova scritta del 24 e differirla per autotutela sino a quando non ci sarà la certezza del possesso dei requisiti da parte degli ammessi alla prova scritta.
Nel frattempo si è dimesso il segretario della commissione di sanatoria, il Dott. Filippo Nicoletti, con la comunicazione del 21/8/2015, con cui lo stesso rassegna le dimissioni dall’incarico di segretario della suddetta Commissione; ma non sono state divulgate le motivazioni addotte dal Dott. Filippo Nicoletti.
La cosa sbalorditiva poi che ci ha lasciati di stucco è la facilità con cui due concorrenti esclusi, Daniela Albano e Pietro Scilabra, hanno ottenuto dal giudice monocratico una misura cautelare di ammissione con riserva alle prove scritte. Sul funzionamento della magistratura Palermitana non c’è fine allo stupore questa volta per la velocità supersonica del suo funzionamento; mentre per altri casi analoghi c’è stato un rifiuto anch’esso supersonico. Ma lasciamo ai dirigenti scolastici siciliani il giudizio sulla magistratura Palermitana. C’è solo da fare un appunto e cioè andando a scaricare dal sito del TAR Sicilia i decreto monocratici n. 878-2015 e n. 879-2015 non c’è alcuna traccia dei nominativi in questione. Che si danno i numeri a caso?
Lasciando al lavoro duro gli uffici legislativi dell’USR Sicilia a titolo puramente giornalistico citiamo alcune di queste sentenze perché non vorremmo che i lettori o il buon preside Ninni Bonacasa, sempre attento, credesse in un nostro bluff.

Leggi tutto: 36 esclusi e 120 ammessi alla sanatoria ferragostana dei presidi siciliani; ma la maggior parte dei 120 non ha i requisiti

   

Ora anche la CGIL-Sicilia chiede il blocco della iniqua sanatoria ferragostana dei presidi

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Venerdì 21 Agosto 2015 00:18

Finalmente solo in data 20 agosto anche la CGIL Sicilia ha rotto il silenzio sulla vergognosa sanatoria ferragostana dell’USR Sicilia con un’applicazione distorta della L. n. 107 che vede solo nella nostra isola tale procedura anomala, mentre nelle altre regioni si è proceduto solo in Lombardia e Toscana che erano le sole regioni interessate dal pronunciamento legislativo. In Campania tutto è fermo in attesa che la magistratura sbrogli la situazione.
Eloquente il titolo della missiva CGIL “ Una sanatoria omnibus per diventare dirigenti scolastici della "brutta scuola". La FLC Cgil chiede certezze sui requisiti dei candidati o si blocchi la procedura.”
La FLC-CGIL siciliana ha chiesto al MIUR e alla direzione generale dell'USR Sicilia di verificare la legittimità del percorso fin qui svolto della procedura per l’accesso al ruolo di dirigente scolastico di cui alla legge 107/2015, art.1, commi 87 e ss. e al DM n.499 del 20 luglio 2015 e di pubblicare sul sito istituzionale dell’USR, l’elenco definito degli ammessi agli esami, con lo scioglimento della riserva da parte dell’Amministrazione, prima della prova finale del 24 agosto 2015.
Questa è la condizione minima senza la quale occorre sospendere la procedura.
L'esperienza tutt'ora in corso, alla data dell'8 agosto u.s., coinvolgeva 153 docenti ammessi con riserva dall'Amministrazione in attesa di accertamento dei requisiti previsti dall’art.1 comma 88 della  L. 13.07.2015 n. 107. Ad oggi la riserva non è stata sciolta e siamo a tre giorni dalla data degli esami finali fissati per il 24 agosto 2015.

Leggi tutto: Ora anche la CGIL-Sicilia chiede il blocco della iniqua sanatoria ferragostana dei presidi

   

Il difficile compito della commissione esaminatrice della sanatoria siciliana dei dirigenti scolastici

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Giovedì 20 Agosto 2015 21:52

La Commissione esaminatrice relativa alla prova scritta di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015 è così costituita in “salsa palermitana”:
Presidente: Ignazio Buttitta, Docente universitario di I fascia di discipline demoetnoantropologiche presso l’Università degli Studi di Palermo;
Componente: Bruno Lupica, Dirigente scolastico presso l’I.I.S. “Sen. A. di Rocco” di Caltanissetta, con competenze nell’organizzazione, gestione e direzione di sistemi complessi;
Componente: Maria Angela Marramaldo, Dirigente scolastico presso l’I.I.S.S. “Stenio” di Termini Imerese (PA);
Segretario: Filippo Nicoletti, Funzionario amministrativo-giuridico-contabile (Area III) in servizio presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia.
Nessun rappresentante della Sicilia Orientale, secondo le buone norme delle pari opportunità!!!
Dal sito web dell’Università di Palermo apprendiamo che il presidente nominato IGNAZIO BUTTITTA Telefono 380-2126523 091-7026433 E-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. è professore ordinario (m-dea/01) di Culture e Società delegato alle attività di programmazione e pianificazione della ricerca in area umanistica. Dal suo curriculum pubblicato si evince una formazione essenzialmente umanistica e filosofica con un interesse esclusivo per le tradizioni della cultura popolare siciliana.

Leggi tutto: Il difficile compito della commissione esaminatrice della sanatoria siciliana dei dirigenti scolastici

   

Il silenzio eloquente dei sindacati dei presidi siciliani sulla sanatoria di ferragosto 2015

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Lunedì 17 Agosto 2015 22:04

 

Con un comunicato stampa di Ceripnews del 13 agosto il buon preside Ninni Bonacasa, pensionato ed ex dirigente sindacale della Cisl scuola siciliana, viene per la prima volta rotto l’assordante silenzio tombale dei sindacati siciliani dei presidi, sia quelli confederali sia quelli autonomi.
Bonacasa prende subito le difese dell’Amministrazione e si dimostra infastidito dalla denuncia politica del sindacato dei presidi della Confedir, affermando erroneamente che c’è l’abbiamo con i corsisti.Perché ?
Sembra un modo per deviare l’attenzione dei lettori di Ceripnews dal nocciolo della questione, anche perché Ceripnews ha steso un velo di silenzio sullo scandalo degli stipendi dei sindacalisti della Cisl di cui si guarda bene dal dare e riportare informazioni nella sua rassegna stampa.

Leggi tutto: Il silenzio eloquente dei sindacati dei presidi siciliani sulla sanatoria di ferragosto 2015

   

L’elenco ballerino dei “ presidi da 80 ore “ ammessi alla sanatoria siciliana

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Agosto 2015 20:16 Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Sabato 15 Agosto 2015 20:11

La Direzione Regionale dell’USR Sicilia, prima di avviare il corso-concorso intensivo di 80 ora di sanatoria avrebbe dovuto attentamente valutare i requisiti di ammissione di ogni singolo candidato, per verificarne la sussistenza o fondatezza, al fine di evitare un grosso bluff per i 153 docenti corsisti che stanno sacrificando le ferie estive e le famiglie, sobbarcandosi anche notevoli spese di soggiorno a Palermo per ben tre settimane, fino al 24 agosto, giorno della prova scritta conclusiva del corso-concorso, che ha tutte le caratteristiche di una “sanatoria” a buon mercato, quasi una “grazia” concessa dal Governo Renzi.
Durante le prime sedute del corso si è assistito allo spettacolo poco edificante di chi si è presentato all’uscio di ingresso della sala pretendendo di entrare, ed è stato fatto entrare, facendo saltare ogni elenco e ingenerando la tragicomica situazione di “ aggiungi un posto a tavola”.
Nessuno ancora sa in direzione quale sia la platea e quanti siano gli aventi diritto e purtuttavia si va avanti alla carlona mentre sarebbe stato più opportuno sospendere tutto e riavviare la procedura secondo elementari dettati di buon senso. Ancora siamo in tempo per aggiustare il tiro; bisognerebbe ricominciare emanando prima un bando pubblico da affiggere nelle bacheche elettroniche di tutte le scuole della Sicilia per consentire a tutti gli aventi diritto di inoltrare istanza.
Una commissione dell’usr avrebbe dovuto esaminare dunque preventivamente tutte le richieste pervenute decretando per ogni singola richiesta la relativa fondatezza, compilando infine l’elenco certo degli aventi diritto. I frequentanti al corso sono stati ammessi “con riserva” e si attende a posteriori che vengano esaminate le situazioni particolari, anche perché pare che moltissimi hanno fatto ricorso pur non avendo diritto a partecipare al concorso.

Leggi tutto: L’elenco ballerino dei “ presidi da 80 ore “ ammessi alla sanatoria siciliana

   

Istanza di accesso agli atti relativi alla procedura del corso-concorso di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Mercoledì 12 Agosto 2015 01:54

Pubblichiamo l’istanza inviata all’USR in data 12.08.2015 dal sindacato Confedir-Sicilia
Il sottoscritto Prof. Salvatore Indelicato, nella sua qualità di segretario regionale del sindacato di dirigenti scolastici DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR della Regione Sicilia, già accreditato presso l’USR Sicilia e già rappresentativo della categoria dei dirigenti scolastici con l’attuale rilevazione delle deleghe da parte dell’ARAN,
avvalentesi dell’assistenza dello studio legale Ann. Anna Maria Lucania del foro di Palermo presso il cui studio in Palermo Via Massimo D'azeglio, 27/C - 90143 intende esplicitamente eleggere domicilio ai fini della presente istanza, indicando per le comunicazioni la seguente mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;

PREMESSO CHE
-l’USR Sicilia detiene i documenti relativi alla Procedura per l’accesso al ruolo di Dirigente scolastico di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015. Corso intensivo di formazione.
- è interesse dell'istante, nella sua qualità di rappresentante sindacale dell’associazione in intestazione, di poter accedere a tali documenti per tutelare sia i propri iscritti (nel caso i presidi incaricati espunti dall’elenco) sia per tutelare più ampiamente la categoria dei dirigenti scolastici siciliani intaccati da questa procedura anomala;
- che in SICILIA l’USR ha inteso procedere, [con nota prot. n 11466 del 6.08.2015 pubblicata in pari data sul sito dell’ Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia e con nota Prot. MIUR.AOO.DIRSI.REG.UFF. 11631 dell’ 08/08/2015] , applicando una fattispecie diversa dalle altre regioni indicendo un corso-concorso siciliano atipico, per sanare situazioni che nulla hanno a che vedere con le casistiche della Lombardia, Toscana, Campania, ripescando una platea di 153 docenti che non hanno mai avuto alcun contratto di dirigenti scolastico e addirittura sono stati ammessi alla frequenza del corso quei docenti che inizialmente non avevano i titoli per partecipare al concorso e che fecero ricorso e ammessi con riserva ed avendo oggi un contenzioso presumibilmente non chiuso pur a distanza di 11 anni vengono ripescati e inseriti nel gruppo.
- che nell’elenco degli attuali 153 docenti ammessi al corso di sanatoria in Sicilia nessuno è mai stato dirigente scolastico perché nessuno di questi 153 ha superato le prove concorsuali ; ci sono alcuni che non solo non hanno superato la prova scritta, ma dalla correzione e rifacimento della suddetta prova, sono stati ancora una volta bocciati. Alcuni hanno partecipato alla selezione del successivo concorso e non sono stati neanche ammessi agli orali e qualcuno per giunta, ammesso agli orari è stato persino bocciato al colloquio.Si tratta di una interpretazione giuridica della norma estensiva e arbitraria che rasenta l’abuso di ufficio e l’eccesso di potere, senza aver prima fatto nessun serio controllo delle posizioni individuali dei 153 ammessi, seppur con riserva di verificare la loro situazione.

Leggi tutto: Istanza di accesso agli atti relativi alla procedura del corso-concorso di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015

   

Diffida all'USR Sicilia per immediata sospensione del corso-concorso e per il ritiro dell’Elenco degli ammessi

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Agosto 2015 04:33 Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Martedì 11 Agosto 2015 16:14

Pubblichiamo il testo della diffida spiccata contro l'USR Sicilia in data 11.08.2015

DIFFIDA
Applicazione distorta ed erronea in Sicilia della procedura per l’accesso al ruolo di Dirigente scolastico di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015.
Diffida per immediata sospensione del corso-concorso e per il ritiro dell’Elenco degli ammessi (Prot. MIUR.AOO.DIRSI.REG.UFF. 11631dell’ 08/08/2015 )

Il sottoscritto nella qualità di segretario regionale del sindacato di dirigenti scolastici DISCONF-CONFEDIR SICILIA, avvalendosi del patrocinio legale dello studio Lucania Anna del foro di Palermo, nell’interesse precipuo dei propri iscritti e più in generale degli interessi della categoria dei dirigenti scolastici siciliani,

Premesso che
l’art. 1, commi 87-91 della legge 107/15, ha inteso favorire la soluzione dell’increscioso contenzioso della Regione Lombardia, Toscana e Campania per stabilizzare nelle loro posizioni acquisite i dirigenti scolastici già assunti da parecchi anni o comunque inclusi nelle graduatorie di merito definitive e senza loro colpa interessati da provvedimenti contradditori della magistratura;
Ai sensi del comma 87, con il previsto e già definito decreto del MIUR n. 499/15, sono dettate le modalità di svolgimento di un corso intensivo di formazione e relativa prova scritta finale, per l’immissione in ruolo – nei limiti delle risorse disponibili a legislazione vigente e previa autorizzazione del MEF – delle seguenti categorie di cui al successivo comma 88:

Leggi tutto: Diffida all'USR Sicilia per immediata sospensione del corso-concorso e per il ritiro dell’Elenco degli ammessi

   

La lista dei 153 fortunati della farsa del corso-concorso a preside in Sicilia é priva di fondamento giuridico

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Agosto 2015 04:39 Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Martedì 11 Agosto 2015 01:15

E’ iniziato a Palermo il corso intensivo di formazione il giorno 10/8/2015 alle ore 9,00 presso l’IPSSAR “P. Piazza”, corso dei Mille n. 181 – PALERMO (zona stazione centrale) e si concluderà giorno 20/8/2015. Il corso si svolgerà dalle ore 9,00 alle ore 18, 30. Solamente giorno 14 agosto 2015, per motivi organizzativi, la sede del corso sarà ITT ”Marco Polo”, Via Ugo La Malfa n. 113 – Palermo.
Il corso concorso è stato indetto dalla Direzione Regionale della Sicilia per i ricorrenti che, non avendo superato il concorso ordinario del 2004 e del 2006 hanno presentato ricorso ed hanno nel corso di questi anni conseguito delle sentenze favorevoli da parte della magistratura, che ha operato con lentezza esasperante se non con palesi contraddizioni nei vari gradi di giudizio.
Ma si tratta di una interpretazione della legge che in Sicilia è in distonia con quanto si sta facendo nelle altre regioni.
La procedura del corso-concorso di sanatoria infatti è stata inserita nella legge 107 per tutelare quei dirigenti scolastici della Lombardia e della Toscana , già nominati e contrattualizzati da alcuni anni, che rischiavano senza loro colpa di trovarsi senza presidenza scalzati da pronunciamenti tardivi della magistratura; cioè è stata utilizzata per chi era già dirigente ed aveva vinto il concorso superando tutte le prove ed era necessario dopo tre anni di servizio da presidi, dare regolarità alla nomina di dirigente.

Leggi tutto: La lista dei 153 fortunati della farsa del corso-concorso a preside in Sicilia é priva di fondamento giuridico

   

Procedura per l’accesso al ruolo di Dirigente scolastico di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Lunedì 10 Agosto 2015 21:35

Procedura per l’accesso al ruolo di Dirigente scolastico di cui alla Legge 107/2015, art. 1, commi 87 e ss. e al DM n. 499 del 20 luglio 2015. ELENCO AMMESSI CON RETTIFICHE ED INTEGRAZIONI.
ELENCO AMMESSI CON RETTIFICHE ED INTEGRAZIONI.

Allegati:
Scarica questo file (Pubblicazione elenco rettificato procedura accesso ruolo DS.doc)Download [Provvedimento DG USR Sicilia prot. n. 11631 del 08.08.2015] 83 kB
Scarica questo file (Elenco RETTIFICATO candidati ammessi al corso L. 107-2015.xlsx)Download [Elenco RETTIFICATO candidati ammessi al corso L. 107-2015] 27 kB

   

Dirigenti scolastici in Sicilia. Una sanatoria vergognosa e iniqua. La Dirigentiscuola-Confedir Sicilia impugnerà l’elenco dell’USR

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Agosto 2015 04:43 Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Lunedì 10 Agosto 2015 06:52

La legge 107 del 2015, cioè la Buona Scuola, aveva previsto al comma 87 una serie di misure di sanatoria per risolvere il contenzioso ingeneratosi in Lombardia e Toscana, laddove per i ritardi nei pronunciamenti giurisdizionali si era verificata la paradossale situazione che centinaia di presidi già insediati e contrattualizzati avrebbero ricevuto una assurda penalizzazione senza alcuna loro colpa o responsabilità, in seguito alla caducazione del concorso in quelle regioni per vizi procedurali.
Si tratta, ripetiamo, di situazioni specifiche e mirate a superare una situazione incresciosa e a risolvere un problema nell’interesse specifico dell’utenza e della Amministrazione.
Ma come al solito nelle maglie della legge si incuneano casi e situazioni che nulla hanno a che fare con l’interesse generale e con la tutela della Pubblica Amministrazione.
E in Sicilia, regione che non era e non è interessata da queste vicende recenti abbiamo assistito alla pubblicazione di un elenco di 155 docenti che sono stati inclusi tra gli aventi diritto a questa sanatoria pur non essendo mai diventati presidi o dirigenti scolastici e non avendo mai avuto un contratto di questo tipo.
Un elenco che è stato rimaneggiato innumerevoli volte e dal quale sono stati espunti per esempio i presidi incaricati che pur qualche titolo alla sanatoria avrebbero avuto.
Non esiste una logica giuridica, morale, etica e amministrativa che sta alla base di questa collazione di nomi e di questa operazione che in Sicilia non ha alcun senso e giustificazione.

Leggi tutto: Dirigenti scolastici in Sicilia. Una sanatoria vergognosa e iniqua. La Dirigentiscuola-Confedir Sicilia impugnerà l’elenco dell’USR

   

elenco convocati tempo indeterminato concorsi ordinari tutti gli ordini (fase 0)-

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Venerdì 24 Luglio 2015 04:24

Si pubblicano gli elenchi relativi alla provincia di Catania relativamente alla fase 0

   

Mobilità Dirigenti Scolastici in Sicilia dal 1/9/2015

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Giovedì 23 Luglio 2015 01:03

Si pubblica il provvedimento dell'USR Sicilia sulla mobilità dei dirigenti scolastici dell'isola per il 2015-16

   

Accesso agli interventi finanziari in materia di Educazione Permanente da concedere agli Istituti scolastici autonomi .

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Giovedì 18 Giugno 2015 03:44

Si trasmette , chiedendone la massima diffusione fra le scuole di ogni ordine e grado ,la circolare n.13 del 18.06.2015 relativa all’accesso ai contributi sul capitolo 376525 del bilancio regionale per l’anno scolastico 2015/2016.
Il termine di presentazione dei progetti è il 24 luglio 2015. Allegato alla circolare si trasmette un format utile per la trasmissione delle istanze.
Cordiali saluti.
Assunta Lupo Dirigente uo24
Dipartimento Regionale Beni culturali e identità siciliana.

Leggi tutto: Accesso agli interventi finanziari in materia di Educazione Permanente da concedere agli Istituti scolastici autonomi .

   

Incarichi dirigenziali: conferme, mutamenti, mobilità interregionale con decorrenza 01/09/2015 –

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Giugno 2015 03:38 Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Giovedì 18 Giugno 2015 03:33

C.C.N.L. sottoscritto in data 15/07/2010 per il personale dell’Area V della dirigenza scolastica
Si tramette in allegato la circolare prot. 8364 del 18.06.2015 relativa alle operazioni di attribuzione degli incarichi dirigenziali: conferme, mutamenti, mobilità interregionale con decorrenza 01/09/2015 - C.C.N.L. sottoscritto in data 15/07/2010 per il personale dell’Area V della dirigenza scolastica, ed i relativi allegati.
Si richiama l’attenzione sulle scadenze indicate in circolare.

Leggi tutto: Incarichi dirigenziali: conferme, mutamenti, mobilità interregionale con decorrenza 01/09/2015 –

   

La Commissione di Garanzia boccia lo sciopero degli scrutini dell’Unione Sindacale di Base

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Sabato 30 Maggio 2015 04:19

La Commissione di Garanzia ha respinto la richiesta dell’USB di protrarre lo sciopero per più di 2 giorni consecutivi, smontando la tesi assurda seconda la quale lo sciopero di mansione, non essendo normato, non è soggetto a tutte le limitazioni della 146/90 e, nello specifico, al limite dei 2 giorni consecutivi.
La Commissione, pur riconoscendo che lo sciopero segue il calendario di ogni istituzione scolastica, ha affermato che non si possono superare i due giorni consecutivi di sciopero.
Riportiamo un ampio stralcio del provvedimento autoesplicativo;

La Commissione CONSIDERATO che la proclamazione indica una diversa e più ampia estensione temporale delle modalità di effettuazione dello sciopero degli scrutini e di tutte le attività connesse rispetto allo sciopero proclamato, in data 14 maggio 2015, dalla Segreteria nazionale dell'Organizzazione sindacale UNICOBAS, a partire dal primo giorno successivo al termine delle lezioni secondo i calendari regionali, e precisamente per i primi due giorni stabiliti dai calendari dei singoli Istituti per l'effettuazione degli scrutini;

Leggi tutto: La Commissione di Garanzia boccia lo sciopero degli scrutini dell’Unione Sindacale di Base

   

Memorie dei sindacati sul DDL Buona Scuola depositate in Senato

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Sabato 30 Maggio 2015 00:43

Disegni di legge Atto Senato n. 1934 XVII Legislatura
Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti
Memorie depositate in 7 commissione dagli auditi - Testi disponibili

Leggi tutto: Memorie dei sindacati sul DDL Buona Scuola depositate in Senato

   

Scrutini e termine delle lezioni; erronea interpretazione dell’USR Sicilia

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Venerdì 29 Maggio 2015 07:12

Le scuole della Sicilia hanno ricevuto una singolare mail spedita dalla sig.ra Distefano Rosanna e inviata per conoscenza in cc al direttore regionale e al dott. Marco Anello con la quale si trasmette una nota del funzionario Liliana Rositani (ore 12. del 29 maggio 2015)che così recita:
Sono pervenute allo scrivente ufficio alcune comunicazioni che denunciano l’anticipo delle operazioni di scrutinio finale in alcune Istituzioni Scolastiche della Sicilia. A tal fine si evidenzia che la valutazione complessiva degli allievi (compreso il comportamento) di qualunque ordine di scuola si tratti deve essere effettuata solo al termine programmato delle lezioni ( in Sicilia 9 giugno 2015 secondo quanto previsto dal  D.A. 39 del 4 settembre 2014, V. anche  DLgs n° 297/1994, art. 192 comma 7; DPR n° 122/2009 art. 4, comma 5; 2, comma 6; 7, comma 2; Legge n° 169/2008 art. 2, comma 1)
Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia;Direzione Generale Uff.I
Il funzionario Liliana Rositani

Leggi tutto: Scrutini e termine delle lezioni; erronea interpretazione dell’USR Sicilia

   

Anche i sindacati confederali si accodano allo sciopero degli scrutini

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Giovedì 21 Maggio 2015 02:57

I burosauri sindacali  dei tradizionali sindacati rappresentativi, messi all’angolo, reagiscono di brutto proclamando per la prima volta, obtorto collo, lo sciopero degli scrutini accodandosi ai talebani dei Cobas e degli Unicobas che, si badi bene, hanno proclamato anche il blocco degli scrutini.
Lasciando perdere le amenità dello sciopero della fame di qualche panciuto sindacalista etneo a cui certamente un po’ di dieta ha fatto bene, veniamo quindi alle questioni più serie a cui i presidi dovranno far fronte nelle prossime settimane.
La prima cosa da fare ammesso che ancora qualche dirigente scolastico non l’abbia fatto è quella di emanare la circolare degli scrutini (magari ritirando quella precedente se del caso) calerizzando nei due giorni successivi alla data di chiusura della scuola, che in Sicilia è il 9 giugno, tutti gli scrutini di tutte le classi, mattina e sera, magari intervallandoli di mezz’ora in quanto l’adesione allo sciopero renderà impossibile la loro effettuazione.

Leggi tutto: Anche i sindacati confederali si accodano allo sciopero degli scrutini

   

Varato alla Camera il DDL “ Buona scuola “, un grande passo in avanti per la Scuola e per l’Italia

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Mercoledì 20 Maggio 2015 05:29

Approdato alla Camera in prima lettura il DDL 2994 altrimenti detto la “ Buona Scuola “ del governo Renzi-Giannini ha già superato in data 20 maggio 2015 il primo importante scoglio.
La presidente Boldrini ha comunicato il risultato della votazione: «Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti» (2994-A): Presenti  454  Votanti  453 Astenuti  1 Maggioranza  227 Hanno votato 316  Hanno votato no 137. La Camera approva
Si tratta di una tappa storica nel percorso riformatrice della scuola in Italia dopo la riforma della scuola media del 1962, quando il Governo Fanfani e il ministro Gui, con il primo governo di centrosinistra, vararono l’unificazione della scuola media, la più grande rivoluzione sociale e democratica della storia del dopoguerra. Significò una sola cosa: scolarizzazione di massa.
Si diceva a quel tempo: anche l'operaio adesso può avere il figlio dottore. Ed era così.
La scuola italiana diventò scuola di massa e questo favorì l’accesso alla scolarizzazione di tutta la popolazione. Poi il 68’ fece precipitare tutto nel nichilismo e nell’ugualitarismo al ribasso.

Leggi tutto: Varato alla Camera il DDL “ Buona scuola “, un grande passo in avanti per la Scuola e per l’Italia

   

USR Sicilia condannata a restituire a 8 presidi il 20% su incarichi aggiuntivi illecitamente trattenuto

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Maggio 2015 20:23 Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Martedì 19 Maggio 2015 20:08

Il Tribunale di Catania, sez lavoro, in persona del giudice dott.ssa Patrizia Mirenda, con sentenza n. 3090 del 02.10.2014, ha accolto integralmente il ricorso promosso da 8 presidi della Sicilia, primo firmatario il preside Salvatore Indelicato, per ottenere la restituzione delle somme illecitamente trattenute dall’USR Sicilia sui compensi connessi con lo svolgimento di incarichi aggiuntivi, assunti per l’attuazione di iniziative per la realizzazione di programmi specifici, con finanziamenti FSE dei Fondi Strutturali Europei.
Il pronunciamento favorevole si basa sulla nota del 30.09.2008 del MIUR affari internazionali, che richiamava l’art. 80 del regolamento del Consiglio n. 1083 dell’ 11.07.2006, che prevedeva appunto l’intangibilità delle somme devolute alle prestazioni aggiuntive in contrasto con il comma 3 dell’art. 19 del CCNL area V, fatto valere erroneamente dall’amministrazione dell’USR Sicilia.
La norma comunitaria recita : “ Non si applica nessuna detrazione o trattenuta né alcun onere specifico o di altro genere con effetto equivalente che porti alla riduzione di detti importi per i beneficiari “

Leggi tutto: USR Sicilia condannata a restituire a 8 presidi il 20% su incarichi aggiuntivi illecitamente trattenuto

   

DDL 2994 “ Buona Scuola”; la Camera dichiara l’inammissibilità degli emendamenti sui presidi incaricati

Scritto da Dir. Salvatore Indelicato Martedì 19 Maggio 2015 06:22

La Camera dei deputati nella seduta del 18 maggio 2015 ha escusso gli emendamenti all’art. 9 che comprendevano tre emendamenti rivolti a risolvere la situazione dei presidi incaricati e che erano stati accantonati in sede di discussione in 7° commissione.
Anche in aula la presidente Boldrini li ha dichiarati inammissibili e non li ha messi neanche a votazione, esibendo un parere della V Commissione Bilancio, che passa al setaccio tutti gli emendamenti prima di farli votare, in quanto in base al regolamento della Camera laddove ci siano oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato questo ne determina l’inammissibilità.
Dal verbale della V Commissione bilancio purtroppo viene certificata l’inammissibilità in quanto “ suscettibili di determinare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica privi di idonea quantificazione e copertura”.
Evidentemente si tratta di una interpretazione politicamente erronea in quanto i presidi incaricati coprono degli incarichi su posti in organico vuoti che godono già di copertura finanziaria.
Allora perché la Commissione Bilancio rifiuta ancora una volta di consentire il varo di un provvedimento di equità e di giustizia per questo personale che ha svolto e svolge da anni un servizio prezioso ed essenziale su posti in organico non coperti?
Il DDL dopo l’approvazione in Camera passerà al Senato ove riprenderemo l’azione di pressione per ottenere dal Senato una giusta e doverosa correzione e integrazione al provvedimento.

Leggi tutto: DDL 2994 “ Buona Scuola”; la Camera dichiara l’inammissibilità degli emendamenti sui presidi incaricati

   

Altri articoli...

Pagina 1 di 14